Prossimo Obiettivo

domenica 1 marzo 2009

Roma Ostia 2009

Sveglia all'alba, mi ero appena staccato dal pc per postare la foto del blogpoint di ieri che già la dannata sveglia si mette a trillare poi ronzare infine a fracassare. Premo il tasto snooze per 3, 4 volte infine dopo mezzora circa mi alzo e a tentoni raggiungo la cucina e praparo un caffè per me e per mia moglie che, bontà sua, decide di accompagnarmi alla partenza. Nell'altra camera mia figlia prosegue nel suo sonno, decisa a raggiungermi solo sulla linea d'arrivo, ad un orario più consono.
Controllo degli indumenti, verifica dell'attrezzatura tecnologica, scarpe e via verso il "Pomodoro" la
scultura antistante il Palalottomatica dove ho appuntamento con i miei nuovi compagni di squadra, nella fattispecie organizzatori della
"Madre di tutte le mezze italiche". Sarò uno dei controllori della linea Maginot posizionata tra la terza e la quarta griglia.
Prima della partenza un fugace incontro con Giancarlo. Scambio di auguri e reciproci incitamenti.
Partono prima i cicloni, poi le Top Runner, dopo 8' i Top runner, quindi quelli prima della linea Maginot ( tempi dichiarati sotto 1:45), e poi dopo 5' parto anche io insieme a quelli della griglia successiva. Giù a perdifiato per la striscia di strada che non ho ancora capito se è la Pontina o la Colombo, oppure tutte e due insieme.
Primo Km a 4':45", non era quello che mi ero proposto in ottica maraRoma. Ma la vis agonistica prende il sopravvento, non sarà allenamento ma gara vera. Si susseguono i Km inizialmente salita poi una rapida discesa fino al 5 Km dove c'è il primo rifornimento (che decido di saltare). Il cielo da coperto diventa tendente grigio scuro e qualche rada goccia di pioggia bagna l'asfalto.

Inizia la salita che tutti dicono essere quella del Camping e che io mi ostino a chiamare del Presidente,
poichè in cima alla salita, la dove c'è il semaforo che
ingannevolmente ti dice che hai scollinato ( non è vero) c'è uno degli ingressi alla Villa di rappresentanza del Presidente della Repubblica Italiana. Spettacolare e bellissima tenuta di caccia del Re di Italia e ora sede di rappresentanza della Repubblica Italiana. Ho avuto la fortuna di poterla visitare, dopo circa 8 mesi di anticamera, e per vederla per sommi capi è stato necessario muoversi in pulmann.

Ma torniamo alla gara senza divagare. Scollino, siamo circa poco dopo il nono km, con a destra la villa del Presidente e difronte la vista del mare Tirreno. Uno sguardo profondo e quasi si vede la Sardegna e direi Mathias. (Manco fossi dotato della vista di Superman).

Adesso un bel tratto in discesa, con un fastidiso vento traverso il più delle volte e con qualche folata frontale che parte dal mare e risale la Colombo.

Superiamo l'incrocio con via di Acilia, alzo lo sguardo e vedo delle inquetianti telecamere pronte a
mietere vittime da Photored/Autovelox nei prossimi giorni, quindi proseguiamo ed incrociamo prima l'Axa e poi Casalpalocco ( mitico quartiere verde di Roma). Secondo rifornimento d'acqua, oltre a quello proposto da Giove Pluvio, per ora ancora avaro. Incalzante e stimolante la musica proposta dalla banda musicale di Colonna giusto poco dopo il rifornimento.

Adesso la strada si propone in leggera pendenza. Giove Pluvio comincia a dispensare la sua magananimità e non è ambrosia, che sarebbe pure utile.
Sono così arrivato alla Pineta di Castelfusano,
teatro di tanti miei allenamenti.
Altro banchetto di supporto. Vedo degli spicchi di arancie mi ci fiondo. Bottino: 3 spicchi. Ne mangio due il terzo mi scivola via.
Dò uno sguardo all'attrezzatura tecnologica, incredibilmente sto mantenendo, non senza faticare ma con ancora margine il ritmo di 4':50". Mi si accende una luce, posso fare nuovamente il mio personale.
Arriviamo così al 17 Km, qui comicia il biscotto in salsa Ostiense, un micidiale "anda e rianda" di 3,8 km. Ma adesso devo amministrare le residue energie, senza strafare ma almeno facendo.
Mia moglie e mia figlia non riescono a centrare l'appuntamento del Km 17, 5. Troppo veloce io, oppure travolti dal micidiale ingorgo che si scatena nelle retrovie dell'Eur dopo la partenza della Roma Ostia. Ai posteri (non quelli che postano) l'ardua sentenza.

Il tratto ad andare scorre via dolcemente in favore di vento e con una miriade di scontri frontali con le goccie di pioggia, che si va facendo via via più intensa.

Giro di boa subito dopo il 19 Km. Adesso è il momento di dare tutto quello che rimane, invero poca roba. Il vento questa volta soffia contro, arrivo al 20 Km, guardo il garmin che mi risponde visivamente con 4':48". Andare Andare, sento lo speakar dire che soffia un vento contrario di 3o Km/h (o nodi ?). Spingere Spingere, arriva il 21, mancano solo 100 maledetti o benedetti metri. Non mi azzardo a sprintare ( A ndo'vai !!!). Finisco in 1h:42':50". Mio nuovo personale.

Prendo la mantellina, consegno il pettorale, prendo la busta con dentro la bella medaglia e mi avvio verso il camion a ritirare la borsa. E li incontro la
famiglia, che resasi conto di non poter onorare l'appuntamento del 17,5 Km per problemi di caos automobilistico post partenza ha
pensato di farsi trovare pronta alla festosa accoglienza presso il recupero bagagli.
Bella e calorosa festa.
A mia figlia consegno la medaglia e lei orgogliosamente se la mette al collo.

Raggiungiamo la fermata del trenino, e qui incontro il gruppo di Pistoia capitanato da Bat-Franca. Saluti ed incitamenti ed appuntamenti blogghistici.

Arriva il trenino ed ora a casa verso il meritato riposo dell'eroe ( ma guarda questo, ma chi si crede d'essere!!!).

In sintesi ecco il resoconto della gara tratto dalle schermate di Sport Tracks.


Adesso, nel mirino, sempre più grande, c'è lei, la Signora, c'è MaraRoma.

11 commenti:

the yogi ha detto...

grande impresa (del resto sei allenatissimo).... adesso però, fino alla maratona, basta con le gare *a palla*, d'accordo!? ;)

FabioG ha detto...

Grande Francorre! Complimenti per il PB... ne ero convinto!
Comunque concordo con Yogi, ora punta dritto alla Signora.

Francorre ha detto...

@ Yogi e Fabio. Adesso inizio la fase di scarico.Comunque anche questa settimana ho fatto scarico. Grazie per i consigli. Sembra di essere nella stessa squadra :-)

GIAN CARLO ha detto...

Grande Franco, un PB che dimostra che hai ancora molti margini.
La cronaca è bella, puntuale e mi conferma ciò che ti ho detto a voce !

Fatdaddy ha detto...

Grande prova e gran racconto!
Ora "màgnati" la Mararoma! ;)

Gianluca Rigon ha detto...

omplimentoni, sei lanciatissimo verso la Maratona di Roma dove farai benissimo !!!!!

Marco Bucci ha detto...

E' stato un piacere di averti conosciuto e complimenti per il tuo PB.
Adesso recupera x un paio di giorni e rituffati nell'avventura maratona, in cui ti auguro di bissare questo PB.
Sei simpaticissimo peccato pero' x quel difettuccio... : hai scelto il lato oscuro della forza... (Milan....!!)

Ciao un abbraccione

kaiale ha detto...

eheheh
si 24h purtroppo,
magari fossero di più, almeno farei altr cose di mio interesse...
però va bene così.
priorità:
-lavoro
-sport (divertimento amici)

insane ha detto...

Bravo e complimenti per il PB!
Adesso la lunga....

Dante ha detto...

Ciao leggo solo oggi il tuo report anche per te gran bella gara .....complimenti abbiamo corso quasi spalla a spalla ...ti diro' che dopo un paio di giorni le gambette sono un po' affaticate....bisogna rifiatare ora 25 km domenica 18 km quella dopo poi....beh poi chi vivrà vedrà ;-)

Daniele ha detto...

Leggo solo oggi, ma penso che i complimenti te li prendi anche se in ritardo, no? Gran bella tenuta e poi quei km finali controvento devono essere stati durissimi. Bravissimo!

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin