Prossimo Obiettivo

domenica 8 febbraio 2009

Mezza di Fiumicino

Spettacolo, a qualche minuto dalla partenza della gara la pioggia si ferma e persino il sole fa capolino tra un mare di nuvole che vanno dal color chiaro a quello nero notte. Sembra di stare difronte ad un  quadro.
Ero partito da casa con traquillità' poichè, per questa volta, abito dal lato giusto della città (nessun romano s'offenda è una mera considerazione traffico-topografica), ma visto che si era messo a piovere sono tornato indietro per prendere un k-way, per rinviare al  momento della partenza la decisione  se  inzupparsi  o coprirsi.

Oggi esordio con la nuova società, organizzazione ottima e buona accoglienza, ci saranno occasioni ulteriori durante l'anno per  conoscersi meglio. 

La gara: Partenza Arrivo.
Il tutto in qualche centinaio di minuti, per la precisione 104' e 22" ovvero tradotto in formato (h.mm.ss, non vi affaticate faccio io la conversione :-) ) 1h 44' 22" in real time.

Record, è il mio nuovo PB sulla distanza.
 
Bello, ma mi rimane una punta di insoddisfazione, per non essere riuscito a incrementare il ritmo nella seconda parte. Mi sembrava di essere inchiodato al ritmo di 4:55 (poco sotto poco sopra) al KM, anche quando la mia mente diceva alle mie gambe di spingere di più. L'impressione è che la preparazione alla maratona mi abbia dato resistenza alla velocità ma mi abbia fatto perdere in vivacità. O magari più semplicemente prima partivo piano e poi ne avevo per finire bene.

Comunque bella gara, il primo tratto si è trasformato in un trial tra cale d'acqua che si vedevano all' ultimo momento e poi immense pozzanghere che occupavano l'intero fronte stradale costringendoci a creare serpentoni umani lungo i bordi delle stesse.


Al 6 Km ci affacciamo su un mare che si mostra nella sua versione spumeggiante!

Poi un primo assaggio di vento, attacco al fianco. Vento a soffiare dallo spettacoloso  fronte
 marino   dritto dritto sul mio fianco destro ( e pensa se pioveva pure ...). Poi per fortuna ci buttiamo verso l'interno dell'Isola Sacra, con qualche tratto dove il vento ci soffia alle spalle.
Al 15 Km, controllo elettronico, e via ad affrontare il lungo argine, sul lato sinistro qualche volta si intravede il Tevere, nel suo tumultuoso andare al mare, e il vento che ci soffiava in faccia e sul petto. Provo a mettermi dietro qualche paravento umano, ma la cosa risultava 
abbastanza inutile. 

E così per circa 4 Km, fino a 19 quando siamo nuovamente in riva al mare. Questa volte le onde sembrano che ci vogliano toccare, ed in effetti qualcuno assaggia qualche bel spruzzo di acqua fredda.

Infine il sospirato 21 Km e di fronte il gonfiabile dell'arrivo.


7 commenti:

Furio ha detto...

Complimenti per il Pb!

GIAN CARLO ha detto...

Complimenti per il PB ieri non erano condizioni ideali...puoi far molto meglio...bella anche la cronaca e le foto

Fatdaddy ha detto...

...un altro blogger che si prepara per la maratona capitolina..ben trovato!
Direi che con questo PB ci sono tutte le migliori premesse per un'ottima 42km! ;)

Rocha ha detto...

Complimenti per il tuo PB.
P.s.: vedo che anche tu, come il sottoscritto, vai sempre a cercare il pelo nell'uovo :-)

FabioG ha detto...

Ciao Francorre! Che piacere re-incontrarti sul web! Mi riconosci? Fino all'anno scorso eravamo compagni di squadra ...;) Nell'ordine:
1) Complimenti per il Blog
2) Complimenti per il PB
3) Ti invito a visitare il mio blog: pensieriemovimento.blogspot.com
A presto!

Gianluca Rigon ha detto...

Complimentoni, ottima gara e poi un PB è sempre un PB ! Bello anche il racconto. In bocca al lupo per la Maratona !

Francarun ha detto...

hai messo delle bellissime fotografie che rendo perfettamente l'idea del tuo raconto.
Hai fatto un po come me a Santa Margherita, lo stesso tempo !

preparare una maratona accorcia spesso il passo ma ti aumenta di resistenza che poi è quella fondamentale !

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin