Prossimo Obiettivo

lunedì 30 novembre 2009

Gambe a Roma, cuore a Firenze


Ieri mattina, mi sono sintonizzato su Rai 3 per seguire la maratona di Firenze, per intravedere con la vista dell'anima gli amici che correvano per le strade di una delle più belle città del mondo.
Era bello immaginare qualcuno di voi scrivere la traccia, via via più faticosamente del proprio sentiero di Maratona.
Peccato non esservi riusciti a seguire tramite TDS che mi dava strani valori, qualunque pettorale mettessi mi dava un tempo corrente di 14 ore ed un tempo stimato d'arrivo di 2h:07'. Certo magari qualcuno di voi avrebbe pure potuto farlo :-).

Quindi qui faccio un "bravissimi" collettivo a tutti voi che siete giunti al traguardo di questa tappa del vostro e nostro giro del mondo. Sui propri piedi e sulle ali dell'entusiasmo e della continua scoperta e superamento dei propri limiti.

Carico di queste emozioni sono partito per il mio allenamento. Dopo più di una settimana di finti malesseri e scarsa voglia (niente corsa e niente piscina) questo finesettimana mi sono dato una scossa.
Sabato un piccolo assaggio, chiamiamolo un corto veloce, domenica sono partito con l'idea di mettere giù un pò di chilometri.

Sono partito e mi sono posto come obiettivo quello di raggiungere le rive del Tevere.
Percorso tutto nuovo, non mi andava di girare su sentieri noti.
Primi chilometri tra le strade quotidiane di Acilia, quindi scavallamento della via del mare all'altezza del viadotto Nuttal, ed eccomi per le strade di Dragona (sempre Acilia, sempre Roma). Correre tra le vecchie costruzioni abusive degli anni 70-80 ed i nuovi villini delle ultime costruzioni in serie. Ed eccomi arrivare dove le case lasciano il posto a grandi appezzamenti di terreno coltivati. Bello vedere il rosso della terra appena seminata , il volteggiare degli uccelli che sono alla ricerca dei semi appena buttati su quel tappeto marrone.

Ecco un campo di volo per aereomodelli. Ma visto il vento abbastanza impetueoso, non c'era nessuno aereo che faccesse concorrenza agli ucceli di cui sopra.

Intanto il mio passo si fà un pò più faticoso. Intravedo adesso l'argine del biondo fiume. Lo raggiungo ci salgo sopra e difronte mi si dipana il fluire placido del Tiber. Oltre il fiume la città nuova, il quartiere Caltagirone, comune di Fiumicino.

Rallento, e cammino per circa 300mt lungo l'argine, prendo fiato e riparto. Di nuovo attraverso i campi coltivati, le costruzioni vecchie e nuove, oltre il viadotto mentre sotto passa il trenino della Roma Ostia.
Il tratto di ritorno è per me più faticoso, qualche volta devo rallentare fino quasi a camminare. Alla fine sommo quasi 15 chilometri, che mi fanno contento e sono una promessa di ritornare a macinare chilometri;
perchè ancora nel cuore e nella mente riecheggano le immaggini della Maratona di Firenze appena vista e le pulsazioni più o meno ritmiche degli amici che la stanno correndo (qualcuno già al traguardo, qualcuno ancora per le strade fiorentine) che si fondono con i ricordo della mia, per ora unica maratona (rimembri Roma).

Ed ecco infine il tracciato del mio lunghettino domenicale.

6 commenti:

the yogi ha detto...

beh, almeno 3 volte dovresti concedertele, altrimenti e un perenne ripartire... che andrebbe benissimo se la carcassa non reagisse altrimenti! :D

FabioG ha detto...

Bene così, piano piano tornerai un Runner, con la R maiuscola ;-)

GIAN CARLO ha detto...

Ecco.. Franco è ripartito... ma che t'hanno promesso una carbonara all'arrivo ?

francescarun ha detto...

io te l ho già detto............Devi Scrivere Un libro,,,,a mè mi piace un sacco come scriviiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii:))))) è una delizia leggerti francolìììììììììììì:))))

bacio tua cuginetta:))) EVVAI CON LA HORSAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA:)))))

Marco Bucci ha detto...

Ooooh finalmente... era la notizia che dal blogpoint culinario si aspettava con malcelata trepidazione...
Adesso mio caro non mollare, che ho ancora il ricordo della scorsa AppiaRun con te ed il relativo pettorale appuntato...
Mi concedi una licenza poetica circa il titolo di questo post ?!
- Gambe a Roma, cuore a Firenze - e che cosa a Catania..?!?!?!?
ahahahahahahah

Ciao un abbraccione

Francorre ha detto...

@Marco: A Catania, lo stesso di quel di Milano.
@Francescarun: Non mi lusingare troppo!!!
@Fabio, Giancrlo, Marco: Io ci riprovo con serietà, quella che mi è possibile :-)

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin