Prossimo Obiettivo

lunedì 22 giugno 2009

Ripresa rappresa

Ennesimo tentativo di ripartire andato a vuoto.

Complice la blogcena di Venerdì scorso, e l'ascolto dei racconti delle varie gare, dei diversi allenamenti, e volendo dare ascolto ai consigli di un sobrio Yogi, sabato a mezzogiorno mi sono rimesso con una certa solennità scarpette, calzoncini e la maglietta arancio della Roma-Ostia e mi sono avventurato nel parco presso casa mia.
Appena arrivato parto subito, per evitare ripensamenti. L'idea è quella di fare un paio di giri del percorso leggermente ondulato di circa 1600 mt e capire come reagirà la mia parte sinistra ( gluteo e soprattutto ginocchio parte retro laterale).

Che bello risentire lo scalpiccio dei miei passi, il ritrovare i riferimenti dove controllare il tempo e mentalmente fare i calcoli per capire il ritmo che sto tenendo ed la previsione sul tempo finale del giro.
Non mi sono portato appreso il Garmin e tengo il mio vecchio ed affidabile Casio.

La prima parte in discesa, passando dal tratto di sterrato al solco parallelo fatto sull'erba e viceversa.
Primo riferimento in prossimità del parco dove corrono più o meno liberi i cani. Ecco adesso comincia una breve erta, e la gambe, che sembrano prese in una sorta di ragnatela mandano segnali di fatica ma confortanti. Sbuffo come un treno a vapore quando viaggia in montagna.

Eccomi arrivato al tratto alberato e l'ombra che viene gratis allevia la fatica.

Secondo riferimento, la barriera che ci inoltra nel tratto che fiancheggia il campo allenamento golf. Schivo le pozzanghere che si sono formate nella notte.

Terzo riferimento, in cima ad un breve salita e giù verso il traguardo del primo giro. 1600 metri, ma sembrano molti di più.
Qualche segnale dal tratto di corpo sotto osservazione. Non vorrei ascoltarlo. Mi fermo, faccio un po di streching. 3' minuti, 4' , 5' e poi riparto per il secondo giro.
Mi dico: "faccio questo e poi mi fermo".

La parte laterale esterna del ginocchio comincia ad emettere segnali ad impulso. Sembra il lancio del SOS · · · — — — · · · il mayday di un battello in difficoltà.
"Ma dai andiamo avanti, non mi far perdere questa splendida sensazione di fatica".
Completo il secondo giro e come da programma mi fermo per tornare a casa.

Purtroppo il morso della bestia è arrivato puntuale.
Il chiodo sul gluteo è un fastidio, ma non un dolore.
Il morso sul ginocchio invece è una brutale sentenza.

Mi toccherà fissare l'appuntamento con l'ortopedico. Il sospetto di una sciatalgia, che si manifesta sulla finestra del ginocchio è sempre più forte.

Vorrà dire che mi toccherà ancora correre stando fermo.
La bicicletta ellittica è li che mi aspetta, come la sedia elettrica il suo condannato.
Toccherà fare l'ora d'aria scivolando, pesante pesante in una vasca da 33 mt a fare stile molto libero.
Ma non voglio mollare. PPS e andare avanti, magari di corsa.

E poi a forza di andare in bici, ed in piscina , chissà che non si prospetti un futuro da triatleta!

8 commenti:

Karim ha detto...

Auguroni per la ripresa... comunque, la prenderei in maniera positiva come stai facendo: piscina e bici e magari fra qualche anno ci si ritrova insieme a far l'ironman delle hawai!

the yogi ha detto...

riconoscere la malattia è l'inizio della cura... dai francù, ne uscirai! il problema al ginocchio sembra un difetto di postura, come se cercassi di compensare il dolore al gluteo.... così, a naso.... :)
yogi the doc

GIAN CARLO ha detto...

Franco... facciamo così perdi 5-6 kg... da domani mattina... se vuoi ti mando una dieta ;D

Poi se mi chiedi se il dolore passerà io ti rispondo che non lo so... ma di sicuro avrai cominciato a soffrire per preparare un futuro da "grande" atleta !!!

FabioG ha detto...

Ben detto!
Ci si vede a Kona.

Mathias ha detto...

coraggio franco..vai a fondo al problema, almeno per farlo diventar a tempo determinato ed intravveder una finish line per esso

Marco Bucci ha detto...

Giuro...!!
Non e' una macumba nerazzurra..!!!
Siete gia' stati colpiti da sciagura madridista...
...sarebbe come sparare sull'ambulanza...!!

...Scherzo ... in bocca al lupo x una ripresa istantanea....

Ciao un abbraccio

Dante ha detto...

non aver fretta io ho voluto accorciare i tempi e sono di nuovo fermo ....nuoto nuoto e nuoto coraggio che poi tutto ricomincia... in bocca al lupo a te e anche a me...consiglio lascia stare lo sterrato la salita e la discesa alemno fino a completa guarigione

Franco ha detto...

Saluti

LinkWithin

Related Posts Widget for Blogs by LinkWithin